ACT – Pratichiamo la Teoria 2022

Per il ciclo di incontri gratuiti di Scuola Cognitiva di Firenze, il 20 giugno 2022 si parla di ACT (Acceptance Committment Therapy) in azione

Modalità

Live streaming

ACT – Pratichiamo la Teoria 2022

Pratichiamo la Teoria

Ciclo di incontri formativi

IV Edizione 2022

La Scuola Cognitiva di Firenze, in collaborazione con Studi Cognitivi, offre un ciclo di incontri formativi, anche sul piano applicativo, rivolti ai professionisti, in particolare psicologi e psichiatri in formazione. Gli incontri sono gratuiti ed ognuno verterà su un argomento di interesse clinico con particolare riferimento alla pratica.

Dopo un’introduzione teorica i docenti illustreranno anche le applicazioni pratiche e, ove possibile, promuoveranno attività di esercitazione offrendo la possibilità di un confronto diretto e di scambio. 

Direzione scientifica 

Dr.ssa Sandra Sassaroli e Dr. Filippo Turchi 

 

Coordinamento Didattico 

Dr.ssa Stefania Righini 


ACT (Acceptance Committment Therapy) in azione

L’ACT (Acceptance Commitment Therapy) è una forma di psicoterapia di recente diffusione che fa parte delle psicoterapie cognitivo-comportamentali note come approcci di “terza generazione”. Per quanto l’acronimo rimandi alla descrizione dei punti centrali del modello va letto come una parola unica “act” che non a caso richiama il verbo inglese to act (agire). L’ACT è stata sviluppata da Steve Hayes e i suoi collaboratori nel 1986 e da allora è stata oggetto di numerosi studi arrivando a rappresentare oggi una delle psicoterapie con le maggiori prove di efficacia verificate sperimentalmente; parliamo quindi di una psicoterapia cosiddetta evidence-based. Secondo l’ACT, così come secondo la terapia di terza ondata, più lottiamo per cercare di respingere la tristezza o una qualsiasi emozione negativa, evitandola, più questa aumenta, amplificando così la nostra sofferenza. Il tentativo di controllo degli eventi interni, e a maggior ragione dei cosiddetti “sintomi”, non fa altro che intensificarne la portata ma soprattutto, in chiave ACT, ci allontana dal perseguire quei valori che farebbero diventare la nostra vita ricca e soddisfacente. Parliamo quindi di una terapia sul benessere che non ha nella riduzione della sintomatologia l’obiettivo primario ma ne diventa una conseguenza per il cambiamento di prospettiva rispetto ai propri pensieri. L’obiettivo dell’incontro è quello di introdurre i partecipanti ai principi dell’ACT, sottolineandone il ruolo e con particolare riguardo agli interventi tecnici applicativi, anche all’interno di una terapia in ottica Libet.

Dott. Luca Calzolari 

Psicologo, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, didatta dal 2015 presso le Scuole di specializzazione del network di Studi Cognitivi, attualmente nella sede di Milano. 

Collabora come blogger con il giornale on line di scienze psicologiche State of Mind, è specializzato nella terapia Act (Acceptance Commitment Therapy) e perfezionato in sessuologia clinica presso l’Apc.  Socio ordinario SITCC.


A chi è rivolto 

Partecipazione gratuita previa iscrizione,  aperta a professionisti che operano nell’ambito dei disturbi psichiatrici e psicologici, a specializzandi in psichiatria, a studenti di psicologia e di medicina e ad operatori della salute mentale.